Skip to content
3

Giuramento di Ippocrate

Consapevole dell’importanza e della solennità dell’atto che compio e dell’impegno che assumo,

giuro

  • di esercitare la medicina in libertà e indipendenza di giudizio e di comportamento rifuggendo da ogni indebito condizionamento;
  • di perseguire la difesa della vita, la tutela della salute fisica e psichica dell’uomo e il sollievo della sofferenza, cui ispirerò con responsabilità e costante impegno scientifico, culturale e sociale, ogni mio atto professionale;
  • di curare ogni paziente con eguale scrupolo e impegno, prescindendo da etnia, religione, nazionalità, condizione sociale e ideologia politica e promuovendo l’eliminazione di ogni forma di discriminazione in campo sanitario;
  • di non compiere mai atti idonei a provocare deliberatamente la morte di una persona;
  • di astenermi da ogni accanimento diagnostico e terapeutico;
  • di promuovere l’alleanza terapeutica con il paziente fondata sulla fiducia e sulla reciproca informazione, nel rispetto e condivisione dei principi a cui si ispira l’arte medica;
  • di attenermi nella mia attività ai principi etici della solidarietà umana contro i quali, nel rispetto della vita e della persona, non utilizzerò mai le mie conoscenze;
  • di mettere le mie conoscenze a disposizione del  progresso della medicina;
  • di affidare la mia reputazione professionale esclusivamente alla mia competenza e alle mie doti morali;
  • di evitare, anche al di fuori dell’esercizio professionale, ogni atto e comportamento che possano  ledere il decoro e la dignità della professione;
  • di rispettare i colleghi anche in caso di contrasto di opinioni;
  • di rispettare e facilitare il diritto alla libera scelta del medico;
  • di prestare assistenza d’urgenza a chi ne abbisogni e di mettermi, in caso di pubblica calamità, a disposizione dell’autorità competente;
  • di osservare il segreto professionale e di tutelare la riservatezza  su tutto ciò che mi è’ confidato, che vedo o che ho veduto, inteso o intuito nell’esercizio della mia professione o in ragione del mio stato;
  • di prestare, in scienza e coscienza, la mia opera, con diligenza, perizia e prudenza e secondo equità, osservando le norme deontologiche che regolano l’esercizio della medicina e quelle giuridiche che non risultino in contrasto con gli scopi della mia professione.
3 Comments Post a comment
  1. Valentina Zagami
    ago 5 2019

    Ecco un’opportunità di prendere in prestito denaro in linea in 72 ora vi offro un prestito di 5000€, 10.000€ a 500.000€ fino a 3.000.000€ con un tasso di 3%. Ecco il mio e-mail: diegozumerle71@gmail.com

    Rispondi
  2. Stefania Conti
    ago 12 2019

    I veri esseri umani sono coloro che sanno venire in aiuto ai loro simili quando soffrono. Quest’uomo mi ha fatto un prestito di 70.000eu senza il tutto complicarmi la macchia al livello dei documenti che chiedono le banche in occasione delle domande di prestito. Ho deciso oggi di testimoniare nel suo favore voi potete contattarlo per

    E-mail: diegozumerle71@gmail.com

    Rispondi
  3. Rébécca
    set 23 2019

    Ciao
    Offriamo a persone serie, prestiti che vanno da
    10 000 € a 950 000 €, con un tasso di interesse del 3% per coloro che
    può pagare in tempo (durata) per il periodo tra 1 e 30 anni,
    in qualsiasi momento e negoziare i termini di rimborso che soddisfano
    tutte le esigenze di finanziamento della tua azienda o un prestito personale.
    Per ulteriori informazioni non esitate a contattarci:
    whatsapp: +34 950 68 95 04
    E-mail: Kreditservices02@gmail.com

    Rispondi

Leave a comment

required
required

Note: HTML is allowed. Your email address will never be published.

Subscribe to comments