Skip to content
3

Chi Siamo

La Commissione Giovani Medici ed Odontoiatri, coordinata dal Dott. Ferraro Giuseppe (componente del Collegio dei Revisori dell’Ordine), è costituita da:

  1. Dott. Arcidiacono Sebastiano
  2. Dott. Argento Alessandro 
  3. Dott.ssa Baio Maria 
  4. Dott. Carlisi Bruno
  5. Dott.ssa Contrino Anna
  6. Dott.ssa Di Rosa Alessandra
  7. Dott. Graceffa Carmelo
  8. Dott. Lo Presti Alfonso
  9. Dott. Maggio Lorenzo
  10. Dott.ssa Parisi Daniela
  11. Dott. Puccio Fabio
  12. Dott.ssa Puma Lidia
  13. Dott.ssa Rizzo Roberta
  14. Dott.ssa Spoto Veronica
  15. Dott. Vetro Calogero

 

3 Comments Post a comment
  1. corsisti
    mar 1 2017

    Effetti del D.M.28 agosto 2014 sul triennio 2014-17 del Corso di Formazione Specifica in Medicina Generale.

    Inviamo la presente comunicazione con lo scopo di segnalare gli effetti sui medici corsisti del triennio 2014-17 del D.M.28 agosto 2014 del Ministero della Salute (GU Serie Generale n.205 del 4-9-2014), che ha sostituito il comma 5 dell’articolo 9 del D.M. 7 marzo 2006, allo scopo di ampliare il termine massimo per lo scorrimento delle graduatorie dei candidati risultati idonei (da 10 a 60 giorni).

    Nella recente circolare del Ministero della Salute DGPROF/4/I.5.f.b/2014/35 (Direzione Generale delle professioni sanitarie e delle risorse umane del S.s.n. Ufficio 4 – Definizione fabbisogni e percorsi formativi del personale sanitario del S.s.n. Via Giorgio Ribotta, 5 – 00144 Roma), a firma del Direttore Generale Dott.ssa Rossana Ugenti, referente Gallucci Anita Tel. 0659942459 – Fax 0659942553 email: a.gallucci@sanita.it Pec: dgrups@postacert.sanita.it, in risposta ai quesiti posti da alcune Regioni, si ribadisce che la durata del corso è di 36 mesi, per complessive 4800 ore e che il periodo non può essere ridotto per alcun motivo.

    Ciò comporta che i medici convocati a gennaio 2015, nonostante il pieno rispetto dei consueti piani di recupero individuali delle ore fino a quel momento perse (che gli consentirebbero di potersi diplomare regolarmente nel mese di dicembre 2017), pur “arrivando” in tempo utile alle 4800 ore previste, pur avendo concluso in tempo utile tutte le attività teoriche e pratiche previste, saranno comunque costretti ad attendere il compimento dei 36 mesi e pertanto non potranno sostenere la prova finale nella sessione ORDINARIA di dicembre 2017.

    Si fa presente che i corsisti che hanno accettato la frequenza a novembre/dicembre 2014 sono la minoranza e, per tutti o quasi, le attività didattiche ed i tirocini pratici sono comunque iniziati nel 2015.

    Dunque, tutti i corsisti o quasi non potranno raggiungere i 36 mesi EFFETTIVI (= di attività REALMENTE svolte) di corso entro il mese di dicembre 2017.

    Per tale motivo, è profondamente ingiusto, e quindi non accettabile, che ai corsisti convocati a fine novembre/inizio dicembre 2014, che hanno comunque iniziato le attività didattiche ed i tirocini pratici nel 2015 ( insieme ai corsisti convocati appunto nel 2015 ), venga consentito di recuperare le ore di lezione e di tirocini pratici perse, in modo tale da potersi diplomare regolarmente a dicembre 2017, mentre agli altri corsisti non venga consentito.

    Considerato quanto previsto nel Decreto 7 marzo 2006 “Principi fondamentali per la disciplina unitaria in materia di formazione specifica in medicina generale”

    Art. 14. Attivazione dei corsi

    1. I corsi di formazione sono avviati non oltre il 30 novembre e durano 36 mesi […].
    2. […].
    3. […].
    4. L’esame finale deve essere svolto a fine corso e, comunque, entro la fine dell’anno solare in modo da permettere ai medici in formazione l’inserimento nella graduatoria regionale per la medicina generale entro il 31 gennaio dell’anno successivo.

    Art. 16. Prova finale

    1. […].
    2. Le regioni e le province autonome possono prevedere anche ulteriori sedute di esame per i tirocinanti che hanno sospeso la frequenza a seguito di malattia, gravidanza o servizio militare; […].
    3. […].

    In PRIMA ISTANZA, chiediamo che:

    Le Regioni fissino una sessione straordinaria martedì 30 gennaio 2018, in modo che a tutti i medici che “compiranno” i 36 mesi entro quella data possano presentare il giorno dopo (31 gennaio, ultimo giorno utile) in via ORDINARIA la domanda di iscrizione alle graduatorie REGIONALI, non dovendo così attendere un altro intero anno.

    Ed inoltre che

    Ai suddetti medici venga consentito di presentare la domanda di iscrizione alle varie graduatorie AZIENDALI di Continuità Assistenziale entro il consueto termine di fine dicembre 2017, CON RISERVA di far pervenire agli uffici competenti il diploma ottenuto in seguito nella sessione straordinaria di gennaio 2018, evitando così di essere posizionati alla fine della graduatoria anzichè all’inizio, subito dopo i medici già presenti nella graduatoria regionale
    (come invece accadrebbe diplomandosi come di consueto nel mese di dicembre).

    In ALTERNATIVA, qualora la sessione straordinaria venisse per qualche motivo fissata dopo il 31 gennaio 2018,

    Chiediamo che:

    A) Ai suddetti medici venga consentito di presentare la domanda di iscrizione alla graduatoria regionale entro il 31 gennaio 2018 CON RISERVA, in attesa di far pervenire all’ufficio competente il diploma ottenuto in seguito nella sessione straordinaria;

    oppure

    B) Il termine di presentazione della domanda per l’inserimento nella graduatoria regionale 2018 sia prorogato per il numero di giorni necessario a consentire a chi discute la tesina nella sessione straordinaria, di potersi comunque iscrivere in via ORDINARIA alla graduatoria regionale 2018.

    Certi di essere ascoltati e che si arrivi in tempo utile ad una opportuna soluzione del problema, ringraziamo in anticipo e porgiamo Cordiali Saluti.

    Corsisti cfsmg 2014-2017 ( corsisti.cfsmg.2014_2017@email.it )

    Rispondi
  2. Philip Raymann
    giu 23 2017

    Diplopia per mezzo di fine a decesso della mia vita per mezzo della famiglia Bertolino e co.

    Rispondi
  3. ott 27 2017

    Non voglio piu avere a che con il fisioterapista Giocchino viola il mio domicilio in filiazione con i coniugi Bertolino ho trasferito dal fondo un pagamento pur avendo pagato pressoche xe retribuente in tribunale di Agrigento sono vittima di stalking perche conferiscono illecito endofamilare confutando i miei diritti con i loro coiti
    Firmo
    Sen.
    Ivre Sergio

    Rispondi

Leave a comment

required
required

Note: HTML is allowed. Your email address will never be published.

Subscribe to comments